targa raku burkard.jpg
logo%20terrmdt_edited.png

Galleria

1/11

 

Terre Mediterranee  nasce da un lungo percorso dei fondatori Orazio Ciaramella Nina Tasso. La loro formazione scolastica a Catania,all’Istituto Statale d’Arte di via Crociferi, li porta a contatto con professori artisti di fama internazionale quali Nino Mustica, Luciana Anelli, Emilia Tuttobene ed Enzo Comes. Formazione che completano a Firenze. Orazio frequenta l’Accademia di Belle Arti, Nina la facoltà di Architettura all’Università. Si avvicinano alla ceramica da due percorsi diversi. Orazio apprende i primi rudimenti della modellazione plastica da ragazzo nel laboratorio del M° Barbaro Messina a Paternò, perfeziona la sua formazione ceramica nella rinomata manifattura Urbano Zaccagnini di Firenze durante gli studi accademici. Nello stesso periodo Nina frequenta l’università approda alla ceramica tramite Orazio e per gioco partecipa a un concorso di giovani designer, dove viene selezionata. Da qui comincia il loro percorso artistico, ma anche di vita, che dura da 30 anni.

Nel 1995 aprono un laboratorio sulle colline del Chianti con negozio a Firenze. La sinergia di due caratteri diversi dà spinta e impulso all’attività, spingendoli verso quell’innovazione di cui sono artefici. Ciò che per l’uno è bianco per l’altra è nero; il contrasto caratteriale anziché stoppare il loro percorso lo foraggia di nuova linfa. Il confronto, punto di unione, e la voglia di creare, costruire, produrre, formare e formarsi, li rende determinati nel cammino dell’artigianato artistico.

 Nella culla dell’arte hanno incontri con artisti, ceramisti, scultori e tecnici del mestiere (Mario Molli, Giogio Bessi, Giuliano Ghelli, Paul Massimo Popple) che li avvicinano a tecniche ceramiche inusuali, arcaiche, antiche, e per molti ormai cadute nel dimenticatoio. Così, composizioni di inerti che arrivano dal cuore della madre terra, combinate col fuoco e realizzate con acume e passione, diventano creazioni artistiche. Modellare, plasmare, foggiare, trasformare la materia secondo i voleri della progettazione, madre di tanti momenti di vita, principale forma di creazione, diventa fulcro di pianificazione per il complemento arredo. Orazio e Nina amalgamano la loro preparazione di vita alle varie influenze con cui vengono in contatto, studiano sistemi di cottura e tecniche antiche proprie del bacino del Mediterraneo: terre sigillate, cotture villanoviane, maiolica, tecnica  raku e pietra lavica dell’Etna ceramizzata.

logo%20terrmdt_edited.png

Terre Mediterranee di Orazio Ciaramella e Antonina Tasso

Via dei Pioppi n° 2 -95047 Paternò -CT

mail : terremediterranee@libero.it 

Tel-Fax 095 858669

cell.3394100931- 3477645589

logo_edited.jpg
  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Pinterest
  • Tumblr Social Icon
  • Instagram